Erbazzone

2014-11-19
Erbazzone

L’Erbazzone è una famosa quanto antica ricetta dell’Emilia Romagna, in particolare della zona di Reggio Emilia, ancora oggi però molto apprezzata e preparate nelle tante cucine della zona.

Ingredienti

  • un chilo e mezzo di bietole o spinaci (eventualmente si possono anche unire le due tipologie di verdure in egual misura)
  • aglio
  • cipolle
  • prezzemolo
  • un cucchiaio di lardo
  • parmigiano reggiano
  • un uovo
  • pancetta (eventuale)
  • sale
  • pepe
  • olio
  • 1/2 chilo di farina
  • sale
  • strutto o burro (circa 2-3 cucchiai)

Preparazione

Step 1

Realizzate l'impasto per la sfoglia amalgamando ben bene la farina, lo strutto, il sale e un bicchiere di acqua. Lasciate poi riposare per almeno trenta minuti. Nel frattempo in una pentola bollite le bietole o gli spinaci, per poi tagliarle finemente una volta cotte.

Step 2

In alcune versioni le verdure vengono addirittura tritate. In una padella fate poi soffriggere dell'olio con l'aglio e la cipolla. Togliete l'aglio rosolato e fate cuocere in padella le verdure con il prezzemolo per poi salare e pepare. Eventualmente potrete poi aggiungere della pancetta di maiale tagliata a cubetti, oppure inserire la pancetta a metà cottura sulla superficie dell'erbazzone già completato.

Step 3

Una volta che comunque le verdure saranno ben rosolate aggiungete l'uovo e il parmigiano reggiano. Riprendete poi la sfoglia e dividetela in due palline, una un pò più grande dell'altra, stendetele bene e create due dischi di pasta. Dopo aver cosparso la teglia con lo strutto, adagiate sulla base il cerchio di pasta più grande ed aggiungete il composto.

Step 4

Dopo averlo steso con l'aiuto di un cucchiaio, ricoprite il tutto con il disco di pasta più piccolo e chiudete i due bordi di pasta. Infornate poi il tutto a 200 gradi in forno preriscaldato, per circa mezz'ora.

L’erbazzone va servito con i vini della tradizione reggiana e parmense, da preferire vini leggeri e bianchi. L’erbazzone viene poi servito a Reggio Emilia a colazione con il cappuccino, per mangiarlo invece durante il giorno lo si può accompagnare a delle verdure saltate o con della ricotta stagionata.


  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :