Scottona

scottona

Scottona

La scottona, la carne perfetta per ogni ricetta!
Impariamo come cucinare la scottona…

La tradizione culinaria del nostro paese, possiede una storia molto antica e apprezzata in tutto il mondo. Una cucina fatta di gesti semplici, profumi autentici, gusti unici e di piccoli accorgimenti che vengono tramandati di generazione in generazione. Ma ciò che la rende una tra le più rinomate al mondo è la qualità dei suoi alimenti. Prodotti sapientemente scelti da mani esperte, alimenti buoni e controllati. Tutto ciò conferisce grande sapore a piatti buoni e genuini. Nella tradizione culinaria italiana, un alimento ricco di gusto e di grande prelibatezza è sicuramente la scottona.
La scottona è un alimento molto noto e apprezzato che si presta davvero a tantissimi tipi di piatti. Infatti moltissime sono le ricette con la scottona, tanti manicaretti prelibati che la vedono protagonista indiscussa.

La scottona tipo di carne

La scottona è un tipo di carne rossa di bovino femmina che non ha mai partorito, di un età compresa tra i 15 e i 22 mesi. La sua carne è molto pregiata, in quanto risulta molto tenera e morbida, da sciogliersi in bocca. Per riconoscere questo tipo di carne basta semplicemente osservarne la struttura: una carne molto rossa che presenta dei filamenti di grasso, una caratteristica che le conferisce maggiore tenerezza e morbidezza. Questi tipi di venature vengono definite comunemente marezzature e donano a questo tipo di carne un sapore unico e inconfondibile. Inoltre, sebbene le numerose venature, essa si presenta come una carne giovane e magra, in quanto solitamente la carne dei bovini femmina presentano, rispetto a quella dei maschi, una consistenza molto più morbida e tenera. Ciò che conferisce un punto in più alla prelibatezza e alla morbidezza di questo tipo di carne è la frollatura. La frollatura è un processo attraverso il quale viene fatta stagionare la carne. Questo permette alla carne di acquisire una maggiore morbidezza e un sapore e un gusto più deciso. Questo tipo di carne rappresenta la scelta perfetta di tutte le donne e gli uomini appassionati di cucina, che desiderano realizzare piatti davvero unici e dal successo assicurato. Infatti sempre più diffusa la tendenza di scegliere per le proprie ricette questo tipo di carne, suggerita spesso anche dai macellai più esperti.

Scottona origini del nome

Il suo nome, inoltre, presenta una storia etimologica molto curiosa e interessante. Tate sono state le possibili interpretazioni sulla natura del termine, tra cui una ritenuta possibile è quella che riconduce il nome “scottona” al periodo di fertilità dell’animale. Infatti quando un animale, in questo caso la femmina del bovino, è nel suo periodo fertile viene detto che sia in calore; il termine calore, quindi, riconduce a qualcosa che scotti, nella fattispecie la carne del bovino femmina, e da ciò il termine scottona. Altre teorie ritengono, invece, che il termine sia associato per lo più all’allevatore.
Nei tempi passati, infatti, la maggior parte degli allevatori che non erano riusciti ad ingravidare un bovino femmina erano soliti portare questi animali al macello. Ciò rappresentava una sorta di fallimento per l’allevatore che per questo motivo rimaneva in qualche modo “scottato” dalla difficoltà di non essere riuscito a far rimanere incinta la l’animale. Tante sono le teorie circa la sua radice etimologica, sebbene non esistano dei documenti ufficiali che ne affermino l’autenticità. Ognuno può scegliere, quindi, la storia che preferisce, quella più curiosa e interessante.

Scottona valori nutrizionali

Il consumo della carne nell’alimentazione è da sempre un argomento molto dibattuto, che vede sostenitori e oppositori. Questi ultimi ritengono che adottare un tipo di alimentazione basato su una dieta prettamente vegetariana sia un modo più sano di trattare il proprio corpo. I sostenitori della carne, invece, ritengono che questa sia un alimento molto importante nell’alimentazione dell’essere umano, addirittura indispensabile durante l’infanzia e l’età della vecchiaia. Ciò dipende dal fatto che durante la fase della crescita di un bambino, le proteine di origine animale, che posseggono un apporto di determinati amminoacidi essenziali per la crescita e che non sono presenti nei prodotti alimentari di origine vegetale, sono indispensabili per un corretto e sano sviluppo fisico. Lo stesso discorso può essere fatto per le persone anziane, per cui le proteine presenti negli alimenti di origine animali permettano di mantenere in modo corretto quelle che sono le funzioni vitali dell’organismo umano.
I nutrizionisti, quindi, invitano a seguire una corretta alimentazione che eviti gli eccessi, di qualsiasi alimento si tratti, riproponendo sempre la famosa piramide alimentare che sta alla base della sana dieta Mediterranea.

La scottona carne è, infatti, un alimento quindi molto pregiato, nonché succulento, che riesce a conquistare anche i palati più raffinati. Per quanto riguarda i suoi valori nutrizionali, che sono sempre da considerarsi indicativi, per 100 g di prodotto si avrà un valore energetico di circa 132 Kcal, con un apporto di proteine di 21.6 grammi, 5.1 grammi di grassi, 0 grammi di Glucidi e 0 grammi di amido.

Scottona ricette

Quanto alle ricette, ne esistono tantissime su come cucinare la carne scottona, in modo tradizionale o rivisitato.
I modi di cottura più diffusi sono sicuramente quelli ai ferri, alla griglia, alla piastra o semplicemente in padella. Ciò dipende dal fatto che questo tipo di carne non necessita di tempi di attesa troppo lunghi, anzi la sua cottura è molto veloce e rapida. Tra i suggerimenti più importanti da ricordare c’è quello di lasciar riposare la carne fuori dal frigo per circa 20-30 minuti e di non bucare la scottona, come la maggior parte della carne in generale, con la punta di una forchetta o di un coltello, in quanto i succhi presenti al suo interno fuoriescono rendendola a fine cottura molto dura. La scottona, inoltre, può essere la carne ideale da preparare alla piazzaiola, per fare delle semplici scaloppine, magari accompagnate da funghi, o per realizzare dei gustosi involtini, avendo l’accortezza di farla tagliare dal macellaio in fette sottili. Una delle ricette per ottenere grande successo durante un pranzo in famiglia o una cena con gli amici è lo spezzatino di scottona.

Spezzatino di scottona

Spezzatino di scottonaGli ingredienti necessari sono:
500 grammi di carne scottona,
3 cucchiai di farina,
1 cipolla,
2 carote,
3 gambi di sedano,
un cucchiaio di salsa di pomodoro,
brodo vegetale,
sale e pepe q.b.,
olio extravergine d’oliva e del vino bianco.

La prima cosa da fare è tagliare la carne scottona in pezzettini piccoli, un accorgimento che eventualmente può essere chiesto direttamente al proprio macellaio di fiducia. Una volta tagliata la carne, si procede passando i pezzettini nella farina, in modo tale da creare una sorta di cremina una volta a contatto con l’olio. Dopo di che bisogna sminuzzare in modo sottile le carote, il sedano e la cipolla, per poter creare un soffritto molto saporito. Una volta soffritto il tutto con dell’olio extravergine d’oliva, quando gli alimenti avranno assunto un colore dorato, bisognerà soffriggere la carne a fuoco lento. Per rendere la carne ancora più saporita, si potrà aggiungere una noce di burro o di margarina. La cosa necessaria da fare è far insaporire la carne aggiungendo sale e pepe a piacere e, una volta che la carne avrà assunto un colore più scuro, si potrà aggiungere un bicchiere di vino bianco, aumentando moderatamente la fiamma del fornello. Una volta che il vino sarà evaporato, sarà necessario abbassare la fiamma e aggiungere una punta di passata di pomodoro e, ogni qual volta ce ne sarà bisogno, del brodo vegetale che rende la carne ancora più morbida. Il segreto di uno spezzatino di scottona perfetto è la cottura, lenta e di circa 2 ore. Il tutto può essere accompagnato da un contorno classico di patate al forno e rosmarino oppure di piselli e pancetta.