Carne in gravidanza

Carne in gravidanza

Carne in gravidanza

La gravidanza è, per una donna, un periodo tanto magico e complesso quanto speciale: curarsi durante la gravidanza è fondamentale, ed uno degli aspetti più importanti da prendere in considerazione è la dieta quotidiana, che spesso deve essere cambiata o, perlomeno, corretta. Il cibo che si ingerisce durante il periodo di gestazione è anche quello che andrà a nutrire il bambino: la carne in gravidanza fa bene o fa male? Nessuna delle due risposte è corretta: vediamo insieme nel migliore dei modi su come cucinare la carne in gravidanza, seguendo alcune ricette.

La carne in gravidanza -al contrario di ciò che spesso viene riferito- è un cibo fondamentale per il bambino e per la futura madre (in quanto è una importante fonte di proteine nobili, di sali minerali, di vitamine del gruppo B, eccetera), eppure ci sono alcuni importanti accorgimenti da prendere in considerazione per preservare la propria salute ma -soprattutto- quella del figlio che si porta in grembo. Infatti, bisogna evitare assolutamente la carne cruda e, preferibilmente, limitare il consumo di salumi, eccetto il prosciutto cotto (ma in realtà è meglio escluderli tutti dalla propria dieta durante i nove mesi di gestazione); tutto questo per evitare il rischio di contrarre una toxoplasmosi acquisita o altre infezioni.

Carne in gravidanza ricette

Quali sono dunque le migliori ricette su come cucinare la carne in gravidanza?
Una prima ricetta della quale sicuramente non potrete fare a meno nemmeno durante la gravidanza è il “rotolo di tacchino farcito al forno“: il tacchino è una delle tipologie di carne più leggera, facilmente digeribile e molto ricca in ferro, per questo non potete stare senza. Attenzione alla cottura, e questo consiglio vale per tutte le ricette di cui parleremo: la carne in gravidanza deve essere sempre e comunque ben cotta, per salvaguardare l’interesse del piccolo o della piccola.

Anche la carne di coniglio è ottima e consigliata dai nutrizionisti, questo perché ricchissima di aminoacidi essenziali e di vitamina B12, ma al contempo scarsa di acidi grassi (che non sono apprezzati in nessuna dieta, men che meno durante il periodo di gravidanza): una ricetta a base di coniglio è il “coniglio in casseruola”; buono, saporito e salutare.

Anche la carne del vitello rientra in quella classe di carni altamente digeribili e ricche in aminoacidi essenziali; inoltre, la ricetta che vi proporrò ora è anche accompagnata dalle cipolle (che, essendo ricche in vitamina C e cromo, aiutano il nostro organismo a svolgere al meglio le attività fisiologiche): la ricetta è lo squisito “spezzatino di vitello con cipolle” (con bacche di ginepro).

Incredibile ma vero, anche al ragù si può decidere di non rinunciare, persino in periodo di gravidanza: l’importante è cercare di evitare la carne rossa; per esempio, una ricetta molto appropriata per una donna incinta è rappresentata dalle “penne al ragù bianco di tacchino”. Nella ricetta il ragù viene definito bianco proprio perché risulta totalmente assente la componente di carne rossa interna alla ricetta. Piatto delizioso, nutriente ed ottimo da cucinare.

Ricordiamo inoltre che anche gli hamburger sono consentiti (meglio limitare però le occasioni) purché la carne che mangerete insieme al panino sia cotta alla perfezione, non deve assolutamente essere un hamburger al sangue; certamente sarebbe meglio preferire un chicken-burger (ovvero gli hamburger di pollo o più in generale di carne bianca).

Anche le “cotolette alla milanese” (cioè bistecche cotte di pollo impanato) sono un cibo che si può consumare durante la gravidanza, ma anche in questo caso il loro consumo non deve essere eccessivo, poiché l’impanatura non è sicuramente un toccasana per il corpo.

Un’altra ricetta che permette di cucinare e mangiare la carne in gravidanza è il “gran bollito misto“: come probabilmente ben saprete si tratta del tipico piatto invernale che aiuta a scaldarci. Il gran bollito misto contiene diversi tipologie di carne, anche modificabili rispetto alla ricetta originale, il che aiuta la donna gravida poiché le consente di eliminare le carni rosse.

Inoltre altre ricette possono essere basate -o contenere- carne ed essere assunte in gravidanza: parliamo ad esempio della gallina lessa al sale grosso o dell’anatra.

Insomma, che la carne in gravidanza sia proibita è un mito da sfatare: la carne può essere mangiata anche quando si è in dolce attesa e le possibili ricette che si possono seguire sono tante, l’importante è attenersi alle poche ma importanti regole che i nutrizionisti dettano.